AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

Tutte le pagine, i canali, le informazioni valide e aggiornate per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili solo ed esclusivamente nel portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Speciali


Sei in: Home > MAP > Speciali > Istituzionale > ANNO 2008: Inaugurata nuova sede di Corso Inghilterra


INAUGURATA CON I SINDACI LA NUOVA SEDE DI CORSO INGHILTERRA

PRESENTAZIONE

Filmato: La nuova sede della Provincia in corso Inghilterra
Durata: 5' 46"

Venerdì 10 ottobre è stata inaugurata ufficialmente dal Presidente Antonio Saitta, con la presenza dei sindaci e altre autorità, la nuova sede di corso Inghilterra.

Il presidente Saitta ha illustrato le caratteristiche dell'edificio e i vantaggi che porta alla Provincia con il miglioramento dell'organizzazione del lavoro e soprattutto il contenimento della spesa: circa la metà dei quasi duemila dipendenti della Provincia di Torino lavora nella nuova sede, i cui lavori di ristrutturazione erano iniziati quattro anni fa e si concludono simbolicamente con l'Assemblea Nazionale dell'Unione Province Italiane del 13-15 ottobre nella nuovissima e sofisticata sala congressi dell'Auditorium, che può contenere quattrocento persone ed è attrezzata con tutte le più innovative tecnologie. Adiacenti alla sala principale vi sono altre sale riunioni ed un bar. Al primo piano vi è invece un'area per mostre ed esposizioni. Gli uffici sono davvero luminosi. Per realizzarli è stata scelta una struttura modulare, con pareti che permettono, se necessario, di ampliare o restringere gli spazi a seconda delle necessità; così come le linee elettriche e telefoniche possono essere collocate in base alle esigenze dei singoli uffici. Per i colori interni la scelta è stata di evitare il più possibile la triste monotonia che affligge molti uffici pubblici: al classico beige si affiancano l'arancio, il giallo e il blu a dare vivacità ai lunghi corridoi. Ogni quattro piani c'è un'area break, con distributori di snack e di bevande. Non manca una piccola stanza per i fumatori (vietatissimo, ovviamente, fumare negli uffici).

Il palazzo in cui sono dislocati uffici aperti al pubblico, si potrà a breve raggiungere comodamente utilizzando la metropolitana: la scalinata di uscita della stazione di Porta Susa è proprio davanti all'ingresso e sarà completata entro un anno. Nel secondo piano interrato dell'edificio di corso Inghilterra c'è uno dei gioielli tecnologici della nuova sede provinciale: un impianto di climatizzazione che sfrutta il teleriscaldamento e l'acqua di falda. Tubi e pompe sono governati da un computer, che permette in ogni istante di graduare la temperatura in ogni stanza. Con lo stesso criterio è governata l'illuminazione, che viene spenta automaticamente in tutto l'edificio la sera alle 19,30 (chi è ancora al lavoro deve riaccendere la luce manualmente nella propria stanza), in modo da ridurre al minimo lo spreco di energia. E ci sarà a breve anche l'asilo nido, per i bambini dei dipendenti provinciali prima di tutto, ma anche per gli utenti esterni: sarà pronto tra un anno e avrà un parco giochi all'aperto sul terrazzino al secondo piano.

L'intera operazione della sede di corso Inghilterra alla Provincia non è costata molto: la spesa complessiva per la ristrutturazione è stata di 31 milioni di euro, di cui 26 coperti con la vendita di altre sedi di proprietà dell'Ente. I 5 milioni di differenza si ammortizzeranno in fretta, grazie ad un risparmio annuo di 3 milioni sulle spese di gestione. I tempi rapidi della ristrutturazione dell'edificio sono dovuti ad una scelta innovativa: la Secap, ditta che ha eseguito i lavori in corso Inghilterra, è stata pagata con gli edifici dismessi, liberati in base alla velocità con cui il palazzo veniva ristrutturato. Nel capitolato d'appalto è stato anche previsto l'obbligo per l'impresa appaltatrice di eseguire il trasloco finale e di effettuare la radicale pulizia dell'immobile: un servizio "chiavi in mano", che comprende inoltre la manutenzione degli impianti per i cinque anni successivi al trasloco.

Un'operazione di razionalizzazione di costi e spazi che la Provincia ha maturato decidendo di concentrare in un'unica sede tutti i Servizi prima distribuiti nelle sedi di via Valeggio, via Bertola, via Camerana e via Cappelverde.

(10 ottobre 2008)

torna su ^