AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Speciali


Sei in: Home > MAP > Speciali > ViabilitÓ > ANNO 2007: Ok dei Comuni per la tangenziale Est


C'È ACCORDO FRA I COMUNI PER REALIZZARE LA TANGENZIALE EST
È quanto emerso sabato scorso durante un incontro a Chieri,
presieduto dal Presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta,
con Regione, sindaci, Satap e Ativa

PRESENTAZIONE

"Sulle opere per il miglioramento della viabilità e in particolare sulla realizzazione della Tangenziale Est, rispetto al passato oggi esiste una buona sintonia con e fra le amministrazioni comunali. E' giunto il momento di ripartire, siamo a un punto di svolta per arrivare a discutere concretamente del tracciato definitivo". È il commento del Presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta alla fine del convegno che si è svolto sabato 17 novembre presso la sala conferenze della Biblioteca Civica di Chieri dedicato alla viabilità strategica e ordinaria nel quadrante Est della provincia. Vi hanno partecipato l’Assessore provinciale alla Pianificazione territoriale Giorgio Giani, il sindaco di Chieri Agostino Gay, sindaci e amministratori dei comuni di tutta l’area interessata, l’Assessore Regionale ai Trasporti Daniele Borioli, l’Amministratore delegato di Satap Gianni Luciani e il Presidente di Ativa Giovanni Ossola.
È intervenuto il Vice presidente del Consiglio provinciale Giuseppe Cerchio.
"Con l’intervento della Regione e di Satap - ha spiegato Antonio Saitta - siamo ora in grado di passare ad una nuova costruttiva fase. Abbiamo partecipato all’incontro di Chieri per fare proposte e ascoltare le voci del territorio per arrivare a chiudere l’anello della tangenziale, un tratto di 21 chilometri che da Poirino, attraverso i comuni di Chieri, Andezeno, Marentino (per citarne alcuni) e Gassino, porterà a San Raffaele Cimena. Rispetto al passato riscontriamo una posizione più favorevole da parte delle amministrazioni locali e i toni seri e pacati su come è stato affrontato questa mattina l’argomento ne sono la dimostrazione. Questa sede è il modello su cui andare avanti in piena collaborazione con i rappresentanti di tutte le amministrazioni del territorio".
L’opera, secondo le prime stime, potrebbe costare circa 500 milioni di Euro, 200 dei quali a carico degli enti pubblici. Il progetto dovrà tenere conto, è stato ricordato, delle necessità e delle problematiche di tutto il contesto viario dell’area metropolitana. Ma l’incontro con gli amministratori del chierese è stata anche l’occasione per fare il punto sui lavori appena conclusi e su quanto è in fase di realizzazione o in fase di progetto per la viabilità nei vari comuni.
Il Presidente Saitta ha illustrato gli interventi del Programma Triennale 2007-2009, quelli che non fanno parte del Piano, i progetti a carico dell’Ares Piemonte e altri interventi di vario tipo per il miglioramento della viabilità locale e per la messa in sicurezza di tratti pericolosi. A conclusione dei lavori l’Assessore regionale Daniele Borioli ha sottolineato l’importanza dell’incontro "che ha consacrato la decisione politica di risolvere la viabilità a Est di Torino con una soluzione di tipo autostradale. Ovviamente ora si tratta di andare avanti coinvolgendo in ogni passaggio gli enti locali e le popolazioni".

(19 novembre 2007)