AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Speciali


Sei in: Home > MAP > Speciali > Viabilità > ANNO 2007: Un incontro per la viabilità alla Sacra


UN INCONTRO PER LA VIABILITÀ ALLA SACRA
Sopralluogo di Saitta, Campia e Ossola al monumento meta di turisti e pellegrini

PRESENTAZIONE

Sopralluogo alla Sacra di San Michele nel pomeriggio di lunedì 25 giugno per il Presidente della Provincia Antonio Saitta accompagnato dagli assessori alla viabilità Giovanni Ossola e ai Trasporti Franco Campia: con il rettore della Sacra padre Giuseppe Bagattini erano presenti i sindaci di Avigliana, Giaveno, Sant’Ambrogio, Chiusa San Michele, Valgioie tutti interessati ad affrontare e risolvere i problemi della viabilità intorno al grandioso monumento, visitato ogni anno da almeno 100mila turisti e pellegrini.

Si è concordato di avviare una sperimentazione da domenica 1 luglio per offrire ai visitatori una navetta che consenta di lasciare l’auto privata e raggiungere più agevolmente la Sacra: "è assolutamente prematuro pensare ad una chiusura totale della strada - ha sostenuto il presidente Saitta - e per questo avviamo una prova che dal 1 luglio al 30 settembre dalla stazione di Avigliana ogni ora accompagni i turisti. Al termine della sperimentazione le valutazioni ci consentiranno per il prossimo anno una strategia più completa ed approfondita".

La Provincia si è anche impegnata a sistemare una rete di segnaletica stradale per raggiungere la sacra, concordando anche con Sitaf le indicazioni per chi proviene dall’autostrada.

"Insieme al Forte di Fenestrelle e all’Abbazia della Novalesa - ha aggiunto Saitta - la Sacra di San Michele rappresenta una vera e propria eccellenza turistica del nostro territorio sulla quale la Provincia intende puntare adesso e in futuro, alla luce dell’unificazione delle Atl".

(25 giugno 2007)