HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Lavoro

Faq


  1. Che cosa si intende per reddito?
  2. Come si computa la durata del contratto di lavoro?
  3. Dove posso avere maggiori informazioni?
  4. A quale età posso avere lo status di disoccupato?
  5. In quale Centro per l'Impiego posso rivolgermi per dichiarare l'immediata disponibilita' al lavoro?
  6. E' ancora necessario il libretto di lavoro?
  7. Quali sono i documenti per iscriversi al Centro per l'Impiego?
  8. Che cosa si intende per iscrizione al Centro per l'Impiego?
  9. Dove posso chiedere il rilascio del certificato di iscrizione o storico di disoccupazione?
  10. Che cosa posso fare per cercare lavoro?
  11. Posso spostare la mia iscrizione in un altro ufficio senza perdere l'anzianita di iscrizione maturata?
  12. Puo essere effettuata nel Centro per l'Impiego una pratica da una persona diversa dall'interessato?
  13. In quanti Centri per l'Impiego posso iscrivermi?
  14. Dove posso consultare le offerte di lavoro dei Centri per l'Impiego?
  15. Che cosa devo fare per confermare lo stato di disoccupazione?
  16. Quali sono le regole per la conservazione, cancellazione e sospensione dello stato di disoccupazione?

  1. Domanda:
    Che cosa si intende per reddito?

    Risposta:
    Per reddito si intende
    - esclusivamente il reddito lordo derivante da qualsiasi attività lavorativa (non si considerano redditi di qualunque altra natura);
    - il reddito lordo annuale (dal 1° gennaio al 31 dicembre) anche presunto del lavoratore.
    Nel caso in cui una persona svolga attività lavorative di entrambi le tipologie, il cumulo dei redditi che ne derivano non dovrà superare comunque l'importo del massimale più elevato (Euro 8.000).
    Al riguardo, si evidenzia che spetta alla persona interessata alla conservazione dello stato di disoccupazione, pur in presenza di attività lavorativa, dichiarare, ed eventualmente dimostrare, il non superamento del reddito minimo presunto presso il competente centro per l'impiego, impegnandosi a fornire allo stesso centro, con tempestività, comunicazione nel caso di superamento di tale soglia minima di reddito.

  2. Domanda:
    Come si computa la durata del contratto di lavoro?

    Risposta:
    La determinazione della durata del rapporto di lavoro (per stabilire se si ha diritto alla conservazione o alla sospensione dello stato di disoccupazione) avviene avuto riguardo al singolo contratto (compresa l'eventuale proroga)e non operando la sommatoria di eventuali contratti nello stesso anno solare (come avveniva ad esempio in vigenza dell'abrogato art. 10 della legge 56/87).

  3. Domanda:
    Dove posso avere maggiori informazioni?

    Risposta:
    Per avere maggiori informazioni è possibile rivolgersi agli operatori del Centro per l'Impiego di competenza che sono a disposizione per ogni chiarimento e spiegazione delle situazioni individuali.
    Per vedere gli indirizzi dei Centri per l'Impiego vai su le nostre sedi.

  4. Domanda:
    A quale età posso avere lo status di disoccupato?

    Risposta:
    Per ottenere lo status di disoccupato è necessario che l'età minima non sia inferiore ai 16 anni compiuti e siano osservate per almeno 10 anni le norme sull'obbligo scolastico.

  5. Domanda:
    In quale Centro per l'Impiego posso rivolgermi per dichiarare l'immediata disponibilita' al lavoro?

    Risposta:
    Al Centro per l'Impiego del proprio domicilio.
    Leggi gli indirizzi alla pagina le nostre sedi.

  6. Domanda:
    E' ancora necessario il libretto di lavoro?

    Risposta:
    Il nuovo Decreto Legislativo n.297/02 ha abrogato il libretto di lavoro e, pertanto, questo documento non e piu richiesto per i vari adempimenti normativi.
    I Comuni non rilasciano piu questo documento.
    Tuttavia, chi e' ancora in possesso del libretto di lavoro puo tenerlo quale documento storico del proprio passato lavorativo.

  7. Domanda:
    Quali sono i documenti per iscriversi al Centro per l'Impiego?

    Risposta:
    I documenti sono:
    - Documento d'identita valido
    - Codice fiscale
    - Autocertificazione di altri titoli (titoli di studio, formazione professionale, ecc...)
    - Permesso di soggiorno per gli stranieri

  8. Domanda:
    Che cosa si intende per iscrizione al Centro per l'Impiego?

    Risposta:
    A partire dal 30 gennaio 2003 con l'entrata in vigore del nuovo D.Lgs. 297/02, e' cambiato il concetto di stato di disoccupazione: non ha più importanza la semplice iscrizione al Centro per l'Impiego ma e' considerato disoccupato solo colui che abbia dichiarato la propria immediata disponibilità al lavoro e abbia concordato con gli operatori dei Centri le modalità di ricerca attiva del lavoro (azioni di formazione, orientamento, tirocinio, ecc...).
    Ricordiamo che dal 2001 e' sospesa la revisione (timbratura) del tesserino di disoccupazione (Mod. C/1).

  9. Domanda:
    Dove posso chiedere il rilascio del certificato di iscrizione o storico di disoccupazione?

    Risposta:
    Nel Centro per l'Impiego dove si e' stati iscritti nel periodo interessato.

  10. Domanda:
    Che cosa posso fare per cercare lavoro?

    Risposta:
    Devi rivolgerti al Centro per l'Impiego e dichiarare la tua immediata disponibilità al lavoro.
    Sarai preso in carico dal Centro che, dopo un colloquio di preselezione, ti inserirà in una banca dati a disposizione delle aziende.
    Inoltre ti consigliamo di consultare le offerte di lavoro aperte a tutti i cittadini che i Centri pubblicano nella Bacheca Lavoro.
    Per maggiori informazioni vai su Preselezione.

  11. Domanda:
    Posso spostare la mia iscrizione in un altro ufficio senza perdere l'anzianita di iscrizione maturata?

    Risposta:
    Il trasferimento e' consentito solo in caso di variazione di domicilio che, se diverso dalla residenza, deve essere autocertificato dall'utente.
    E' possibile trasferire la propria iscrizione in altri Centri per l'Impiego del territorio italiano, senza perdere l'anzianita.
    Per la Provincia di Torino la richiesta si fa al Centro di iscrizione o presso il Centro di destinazione.

  12. Domanda:
    Puo essere effettuata nel Centro per l'Impiego una pratica da una persona diversa dall'interessato?

    Risposta:
    Le pratiche sono personali, quindi e' sempre richiesta la presenza dell'interessato.
    Sono previste deleghe solo per casi particolari di impedimento giustificato ed involontario.(es. detenuti, disabili fisici gravi).

  13. Domanda:
    In quanti Centri per l'Impiego posso iscrivermi?

    Risposta:
    Solo in un Centro per l'Impiego che si trova nel territorio del proprio domicilio.
    Tuttavia e' possibile rispondere alle offerte di lavoro inevase pubblicate dai Centri nella Bacheca Lavoro.
    Per visualizzare gli indirizzi dei Centri vai su le nostre sedi.

  14. Domanda:
    Dove posso consultare le offerte di lavoro dei Centri per l'Impiego?

    Risposta:
    Per consultare tutte le offerte di lavoro dei Centri per l'Impiego e' preferibile recarsi nel Centro.
    Leggi gli indirizzi alla pagina le nostre sedi.
    Le offerte che non vengono evase tramite il servizio di Preselezione vengono pubblicate sulla Bacheca Lavoro.

  15. Domanda:
    Che cosa devo fare per confermare lo stato di disoccupazione?

    Risposta:

    Dal 30 gennaio 2003, con l'entrata in vigore del D.Lgs.297/02 sono cambiate le regole in materia di stato di disoccupazione.
    Lo stato di disoccupazione (art.1, comma 2, lettera c), viene riconosciuto solo a coloro dichiarino l'immediata disponibilità al lavoro.
    Per comprovare il proprio stato di disoccupazione il lavoratore deve presentarsi ai servizi competenti (CPI e Enti accreditati) nel cui ambito territoriale si trovi il suo domicilio e rilasciare una dichiarazione, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, art. 46, dalla quale risulti che si trova nelle seguenti condizioni:
    a) non aver in atto alcun rapporto di lavoro subordinato, né di svolgere un´attività di lavoro autonomo anche parasubordinato o in associazione o di impresa da cui derivi un reddito annuale superiore al reddito minimo personale escluso da imposizione fiscale;
    b) essere immediatamente disponibile a svolgere un´attività lavorativa, attestando quella eventualmente svolta in precedenza;
    c) essere disponibile ad attivarsi nella ricerca di lavoro.

    La dichiarazione di immediata disponibilità può essere resa:
    di persona, tramite presentazione presso i servizi competenti, così come definiti dal D.Lgs 181/2000;
    per via telematica, con l’implementazione di specifiche funzionalità on-line di prossima attuazione;
    all’INPS, contestualmente alla presentazione di una domanda di disoccupazione ASpI o Mini ASpI, secondo quanto previsto dall’art.4, comma 38 della L. 92/2012 e dalla Circolare INPS n. 154/2013. Nelle more di perfezionamento della procedura informatica di acquisizione dei dati degli utenti che hanno rilasciato la DID all’INPS l’utente, dovrà presentarsi al più presto ed esclusivamente presso il Centro per l’Impiego competente. In questo caso la decorrenza dello stato di disoccupazione è dalla data di presentazione della dichiarazione all’INPS.

  16. Domanda:
    Quali sono le regole per la conservazione, cancellazione e sospensione dello stato di disoccupazione?

    Risposta:
    Dal 20 gennaio 2014 sono cambiate alcune regole per lo stato di disoccupazione. Tutte le regole sono indicata alla pagina www.provincia.torino.gov.it/sportello-lavoro/rapporto_lavoro/coll_ordinario/stato_disoccupazione


Le informazioni presenti nel sito hanno carattere unicamente informativo, pertanto si declina ogni responsabilità per qualsiasi problema causato dal servizio.

Ultimo aggiornamento: 24/01/2014