HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Lavoro

Il rapporto di lavoro

Ti trovi in: collocamento ordinario > regole per le assunzioni e successivi adempimenti

REGOLE PER LE COMUNICAZIONI DI ASSUNZIONE, CESSAZIONE E TRASFORMAZIONE DEI RAPPORTI DI LAVORO (art. 6, 7 e 8 D.Lgs.297/02; art.9bis D.L.510/96 convertito con L.608/96)

Per tutte le comunicazioni ai Centri per l'Impiego è obbligatorio usare Comunicazioni On Line.

 

RAPPORTI DI LAVORO
I rapporti di lavoro soggetti alle comunicazioni obbligatorie sono: (Nota Min. Lavoro 4746 del 14 febbraio 2007)

  • rapporti di lavoro subordinato (compresi i lavoratori nel settore edile, spettacolo, disabili, extracomunitari, sportivi professionisti, dirigenti, personale assunto nella p.a. con concorso, chiamata diretta, selezione dopo avviamento da graduatorie pubbliche)
  • socio lavoratore di cooperativa sia in caso di rapporto subordinato che di collaborazione
  • collaborazioni coordinate e continuative (escluse le collaborazioni e le prestazioni occasionali)
  • contratto di lavoro a progetto
  • mini co.co.co. (collaborazione occasionale con coordinamento con il committente)
  • associazione in partecipazione con apporto di lavoro (anche non esclusivo)
  • rapporto di agenzia: agenti e rappresentanti di commercio (esclusi gli imprenditori: gli agenti costituiti in società o che si avvalgono di autonoma struttura imprenditoriale)
  • tirocini di formazione e orientamento e ad ogni altro tipo di esperienza lavorativa ad essi assimilata. A questo riguardo con la nota del 4 gennaio 2007, in ragione della formula ampia usata dal legislatore, si è ritenuto di includere non solo i tirocini previsti dall’art. 18 della legge n. 196/97 e dal relativo regolamento di attuazione (DM n. 142/1998), nonché quelli disciplinati da leggi regionali, ma anche quelli inclusi nei piani di studio dalle università e dagli istituti scolastici sulla base di norme regolamentari. Rimangono esclusi i tirocini promossi da istituzioni formative a favore dei propri studenti per realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro: per esempio i c.d. tirocini "curriculari", promossi da scuole di ogni ordine e grado e università, gli stage promossi dalle agenzie formative, le borse di studio e di dottorati di ricerca.
  • lavori socialmente utili
  • borse lavoro
  • borse post dottorato di ricerca
  • lavoro autonomo nello spettacolo (Nota Min. Lavoro n. 0005460 del 06-08-2008)

Nel caso di Tirocinio e assimilati l'obbligo di comunicazione spetta al soggetto ospitante ma, in sua vece, può effettuarla il soggetto promotore.

COMUNICAZIONE DI ASSUNZIONE
Comunicazione al Centro per l'Impiego entro il giorno antecedente a quello di instaurazione del rapporto (il termine scade alle ore 24 del giorno antecedente anche se giorno festivo). La data di assunzione coincide con la data di iscrizione del lavoratore nei libri obbligatori.
Nel caso in cui non segua effettivamente l'instaurazione del rapporto di lavoro darne immediata notizia al CPI non oltre i 5 giorni successivi.

Eccezioni:

  1. urgenze esigenze produttive (esempio per evitare danni alle persone e agli impianti, casi che non consentono di rinviare l'impiego di lavoratori) : comunicazione parziale entro il giorno antecedente (la data di inizio della prestazione, le generalità del lavoratore e del datore di lavoro) e comunicazione totale entro cinque giorni
  2. forza maggiore (avvenimenti straordinari che il datore di lavoro non avrebbe potuto prevedere: per esempio eventi naturali catastrofici, sostituzione di lavoratore improvvisamente assente, inizio delle riprese televisive deciso il giorno stesso, lavoratori "extra" nel settore turismo e pubblici esercizi) comunicazione, entro cinque giorni dall'instaurazione del rapporto.
  3. Per le comunicazioni del settore del turismo, settore dei pubblici esercizi e settore agricolo  introduce delle procedure semplificate che predeve che il datore di lavoro che non sia in possesso di uno o più dati anagrafici inerenti al lavoratore può integrare la comunicazione entro il terzo giorno successivo a quello dell’instaurazione del rapporto di lavoro, purché dalla comunicazione preventiva risultino in maniera inequivocabile la tipologia contrattuale e l’identificazione del prestatore di lavoro". (Legge 183/2010 - Collegato Lavoro e L.35 del 04/04/2012 Legge in materia di semplificazione e sviluppo). Inoltre sempre nel settore agricolo si ammette la comunicazione plurima in caso di assunzione contestuale di due o più operai agricoli a tempo determinato.

Pubblica Amministrazione
La Pubblica Amministrazione è tenuta ad effettuare le comunicazioni obbligatorie al servizio per l’impiego, entro il ventesimo giorno del mese successivo alla data di assunzione, di proroga, di trasformazione e di cessazione dei rapporti. E' esclusa dall’obbligo di comunicazione entro 5 giorni delle trasformazioni dei tirocini e delle variazioni del rapporto di lavoro (Legge 183/2010 prevede che dal 24 Novembre 2010)

Con riguardo ai rapporti di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni, il Ministero chiarisce che l'obbligo non sussiste per quelle categorie del pubblico impiego che, ai sensi del D.Lgs. 165/2001, sono state escluse dalla c.d. privatizzazione e per le quali il rapporto di lavoro non ha natura contrattuale ma è regolato dalla legge (magistrati, avvocati dello stato, personale militare e delle forze di polizia, personale della carriera diplomatica e prefettizia, professori e ricercatori universitari, ecc.).
In caso di altro incarico presso altro ente, ad esempio docenze di magistrati presso le università, l'obbligo di comunicazione sussiste solo nel caso in cui sia ravvisabile un coordinamento con il committente nell'esecuzione della collaborazione.

Si ricorda che i tirocini svolti presso la pubblica amministrazione, non essendo finalizzati all'assunzione, non sono oggetto di comunicazioni obbligatorie (Nota Circ. UPPA 33/08).

Cittadini non comunitari
La comunicazioni di instaurazione del rapporto di lavoro deve essere comunicata al Centro per l'Impiego compente per sede di lavoro. E' stato abrogato l'obbligo per i datori di lavoro di comunicare per iscritto, con raccomandata e ricevuta di ritorno, l'assunzione di un cittadino extracomunitario entro 48 ore all'autorità di Pubblica Sicurezza, previsto dall'art. 7 comma 1 del D. Lgs. 286/98.

Si attiva anche la pluriefficacia delle comunicazioni verso la Prefettura (in particolare Sportello Unico per l'Immigrazione presso la Prefettura competente per l'assunione, cessazione dei rapporti di lavoro riguardanti i lavoratori non comunitari).

Dati obbligatori della comunicazione in caso di lavoro subordinato:

  • dati anagrafici del lavoratore
  • data di assunzione
  • data di cessazione (salvo il caso di tempo indeterminato. Nel caso di incertezza del termine come per contratti di natura sostitutiva deve essere comunque indicata una data presunta di cessazione, la data certa sarà trasmessa successivamente)
  • tipologia contrattuale
  • qualifica professionale
  • trattamento economico e normativo applicato (normalmente è sufficiente indicare il CCNL applicato e il relativo inquadramento nel livello retributivo spettante in base alla qualifica professionale attribuita.
    Qualora il datore di lavoro non applichi un CCNL occorre comunicare la retribuzione lorda giornaliera pattuita).

Dati obbligatori della comunicazione in caso di lavoro autonomo nella forma della collaborazione, lavoro a progetto, associazione in partecipazione, agenti e rappresentati di commercio:

  • dati anagrafici del lavoratore
  • data di inizio rapporto
  • data di fine rapporto
  • tipologia contrattuale
  • attività e mansioni (descrittivo)
  • corrispettivo lordo concordato tra le parti.

Dati obbligatori della comunicazione in caso di tirocinio di formazione e orientamento e assimilati e lavori socialmente utili:

  • dati anagrafici del lavoratore
  • data di inizio rapporto
  • data di fine rapporto
  • tipo di rapporto

COMUNICAZIONI DI CESSAZIONE
Permane l'obbligo di comunicazione al CPI entro cinque giorni dall'evento.

COMUNICAZIONE DI TRASFORMAZIONE
A partire dall'11 gennaio 2008, con l'emanazione del decreto unificato è previsto l'obbligo di comunicazione al Centro per l'Impiego tramite l'applicativo Comunicazioni On Line entro 5 giorni dall'avvenuta trasformazione.

Le tipologie di trasformazione sono state ampliate e complessivamente sono:

  1. proroga del termine inizialmente fissato;
  2. trasformazione da tempo determinato a tempo indeterminato;
  3. trasformazione dell'orario di lavoro (da tempo part-time a tempo pieno e viceversa);
  4. trasformazione da apprendistato a tempo indeterminato
  5. trasformazione da formazione lavoro/inserimento a tempo indeterminato
  6.  trasferimento del lavoratore
  7. distacco
  8. modifica ragione sociale del datore
  9. trasferimento d'azienda o ramo di essa.

Caso Tirocinio/altre esperienze assimilate: in base a quanto indicato nella nota MPLS del 21 dicembre 2007, nel caso in cui il rapporto di lavoro subordinato abbia inizio durante o al termine del tirocinio (o altra esperienza assimilata) senza soluzione di continuità, è necessario comunicare la trasformazione.
Per ottemperare a tale obbligo è sufficiente inviare tramite GECO (GEstione online Comunicazioni Obbligatorie), entro cinque giorni dall’evento, la comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro subordinato, indicando, nel paragrafo “Dati rapporto” della sezione “Inizio rapporto”, che il rapporto è stato generato da tirocinio.
In tutti gli altri casi occorre procedere con una normale assunzione, inviando tramite GECO (GEstione online Comunicazioni Obbligatorie) la comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro subordinato entro il giorno antecedente l’inizio del nuovo rapporto. 
 
COMUNICAZIONE DI PROSECUZIONE DEL RAPPORTO A TEMPO DETERMINATO

CONTRATTO DI SOMMINISTRAZIONE E LAVORO
Solamente per le Agenzie per il Lavoro che applicano il contratto di somministrazione e lavoro aziende sono previsti termini diversi. È previsto l'obbligo di comunicare entro il 20° giorno del mese successivo alla data di assunzione, al Centro per l'Impiego nel cui ambito territoriale è ubicata la loro sede operativa dell'Agenzia, l'assunzione, la proroga e la cessazione dei lavoratori assunti nel corso del mese precedente.

Dati obbligatori della comunicazione in caso di lavoro subordinato:

  • dati anagrafici del lavoratore
  • data di assunzione
  • data di cessazione (salvo il caso di tempo indeterminato. Nel caso di incertezza del termine come per contratti di natura sostitutiva deve essere comunque indicata una data presunta di cessazione, la data certa sarà trasmessa successivamente)
  • tipologia contrattuale
  • qualifica professionale
  • trattamento economico e normativo applicato (è sufficiente indicare il CCNL applicato, in mancanza dovrà essere specificata la retribuzione lorda giornaliera pattuita).

LUOGO DI LAVORO
Per sede di lavoro si intende il luogo in cui si svolge la prestazione di lavoro.
Per le agenzie di somministrazione le comunicazioni devono essere inviate al Centro per l'Impiego dove è ubicata la sede operativa dell'agenzia.
Per il settore edile la sede di lavoro può essere anche il cantiere mobile.
Per il settore agricolo, nel caso di terreni e fondi che si estendano su più circoscrizioni, il datore di lavoro può individuare discrezionalmente il Centro per l'Impiego a cui inviare la comunicazione.

MODELLI E PLURIEFFICACIA DELLE COMUNICAZIONI
Il decreto interministeriale 30 ottobre 2007 entrato in vigore dal 11 gennaio 2008 ha definito i modelli unificati (ex art. 4bis c.7 D.Lgs.181/2000) per le comunicazioni relative ad assunzione, cessazione o trasformazione del rapporto di lavoro.

Si attiva anche la pluriefficacia delle comunicazioni verso tutti gli enti previdenziali e assistenziali (INPS-INAIL-e altri) e verso la Prefettura (in particolare Sportello Unico per l'Immigrazione presso la Prefettura competente per l'assunione, cessazione dei rapporti di lavoro riguardanti i lavoratori non comunicatori). 

LAVORO DOMESTICO
La comunicazione di assunzione deve essere effettuata all'INPS. Per conoscere le modalità di comunicazione consulta la pagina dedicata alle comunicazioni obbligatorie dei rapporti di lavoro domestico.

LAVORO AGRICOLO
La comunicazione telematica pluriefficace vale anche nel caso di lavoro agricolo e pertanto l'invio telematico del Registro d'Impresa all'INPS per la comunicazione di assunzione è soppressa.

ASSUNZIONE DIRETTA
L'assunzione diretta si estende a tutti i lavoratori per qualsiasi tipologia di rapporto di lavoro salvo l'obbligo di assunzione mediante concorso previsto dagli statuti degli enti pubblici.

DISPOSIZIONI SPECIALI
Restano ferme le disposizioni speciali previste per l'assunzione di:

  • lavoratori non comunitari (d.lgs. 25 luglio 1998, nr.286);
  • lavoratori italiani da impiegare o trasferire all'estero (D.L. 31 luglio 1987, n.317, convertito con modifiche, dalla legge 3 ottobre 1987, nr.398);
  • lavoratori disabili (legge 12 marzo 1999, nr.68).

COMUNICAZIONI AL LAVORATORE
All'atto dell'assunzione (e comunque prima che inizi l'attività lavorativa) i datori di lavoro sono tenuti a consegnare al lavoratore una dichiarazione sottoscritta contenente i dati di registrazione effettuata nel libro matricola (art.9 bis L.608/1996), nonché la comunicazione contenente le informazioni obbligatorie art.1 del D.lgs. 26/05/97, n.152 (luogo di lavoro, la data di inizio e la durata del rapporto di lavoro, l'inquadramento e la qualifica).

ASSUNZIONI CON AGEVOLAZIONI
Non è più richiesta da parte dei datori di lavoro la presentazione del mod. Ass./Ag. e la convalida dei requisiti da parte dei Centri per l'Impiego (abrogato comma 5, art.9 bis L.608/96 dall'art.8 lett.h D.Lgs.297/02). In particolare con Comunicazioni On Line è possibile inoltrare i dati della comunicazione direttamente all'INPS. Con protocollo di intesa del 30.03.2006 INPS può provvedere direttamente ad operazioni di controllo mediante accesso alle banche dati dei Centri per l'Impiego.

PRECEDENZA NELLA RIASSUNZIONE
Viene ridotta da 12 a 6 mesi la durata del diritto di precedenza nella riassunzione presso la stessa azienda, per i lavoratori licenziati per riduzione di personale o mobilità (art.15, 6°comma L.264/1949 come modificato dall'art.6, 4° comma del D.Lgs. 297/02)

RISERVE
È abrogata la riserva del 12% in favore delle fasce deboli (art.8 lett.g D.Lgs.297/02).

torna su^


Le informazioni presenti nel sito hanno carattere unicamente informativo, pertanto si declina ogni responsabilità per qualsiasi problema causato dal servizio.

Ultimo aggiornamento: 13/11/2013