AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino, pertanto non saranno più garantiti gli aggiornamenti dei vari canali di questo sito.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi da parte dell'Ente, sono raggiungibili dal portale della Città Metropolitana di Torino, attraverso il quale è possibile collegarsi anche con le pagine ancora in fase di completamento.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Lavoro

Il rapporto di lavoro

Sei in: HomeLavoroRapporto di lavoro> incentivi al lavoro
 

ATTENZIONE!!! QUESTA SEZIONE NON E' AGGIORNATA CONTIENE LE INFORMAZIONI DI ARCHIVIO AL 18.05.2015. COLLEGARSI ALLA NUOVA PAGINA DELLA CITTA' METROPOLITANA DI TORINO

 

GUIDA INCENTIVI AL LAVORO: Indispensabile per i datori di lavoro, utilissimo per i lavoratori.
 

NOVITA' ANNO 2015

gennaio 2015: SOPPRESSIONE BENEFICI LEGGE 407/1990 ART 8 COMMA 9:
Dal 1 gennaio 2015 vengono soppressi i benefici per le assunzioni effettuati per la Legge 407/90, art.8, comma 9. Pertanto lo stesso non è riconosciuto neanche per le trasformazioni a tempo indeterminato di rapporti a termine dice effettuate dal 1 gennaio 2015; continua a valere per le assunzioni e le trasformazioni effettuate entro il 31/12/2014. Fonte Legge di Stabilità 2015
 

gennaio 2015: ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE NUOVE ASSUNZIONI CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015
(Legge di Stabilità 2015; Circ. Inps n.17/2015; Messaggio Inps n. 1144 del 13 febbraio 2015)
Nota Bene: per quanto concerne la competenza dei Centri per l'Impiego è sufficiente che i datori di lavoro effettuino la consueta comunicazione on line con GECO.
Per usufruire dell'incentivo le aziende devono accedere al "Cassetto previdenziale INPS" e seguire le istruzioni riportate nel Messaggio INPS n. 1144 del 13 febbraio 2015.
Scarica slides sull'esonero contributivo
 

NOVITA' ANNO 2014

gennaio 2014: per tutte le novità in materia di incentivi al lavoro si prega di consultare la pagina Legge Finanziaria.

marzo 2014: l'INPS emana la circolare n.32/2014 per la fruizione del beneficio mensile di 190 euro per i datori di lavoro che nel corso del 2013 hanno assunto lavoratori licenziati nei 12 mesi precedenti per giustificato motivo oggettivo.

luglio 2014: il D.L. 91/2014 convertito con la L.116 dell'11 agosto 2014 "Disposizioni urgenti per il rilancio e lo sviluppo delle imprese" prevede all'art.5 un incentivo all'assunzione di giovani lavoratori agricoli tra i 18 e i 35 anni (non ancora compiuti) con contratto di lavoro a tempo indeterminato e determinato. L'incentivo è pari a un terzo della retribuzione lorda imponibile ai fini previdenziali, per un periodo complessivo di 18 mesi, riconosciuto al datore di lavoro unicamente mediante compensazione dei contributi dovuti. L'assunzione deve essere fatta tra il 1° luglio 2014 e 30 giugno 2015. I giovani si devono trovare in una delle seguenti condizioni:

a) essere privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi;

b) essere privi di diploma di istruzione secondaria di secondo grado.

L’incentivo spetta sia per le assunzioni a tempo determinato che per le assunzioni a tempo indeterminato, anche a tempo parziale. Per le assunzioni a tempo determinato il contratto deve presentare i seguenti requisiti:
1.Avere una durata almeno triennale;
2.Garantire al lavoratore un periodo di occupazione minima di 102 giornate annue;
3.Essere redatto in forma scritta. Tutte le informazioni sono nella circolare INPS 137/2014

luglio 2014: Camera di Commercio: si informa che dal 28 luglio saranno chiuse le sedi decentrate di Ciriè e Ivrea e dello sportello di Susa. Resta aperta la sede decentrata di Rivoli. Informazioni su http://www.to.camcom.it/

ottobre 2014: è stato pubblicato il Decreto 24 luglio 2014, n. 148 recante sgravi fiscali e contributivi a favore di imprese che assumono lavoratori detenuti. Alle imprese che assumono, per un periodo non inferiore a 30 giorni, lavoratori detenuti o internati, anche ammessi al lavoro all’esterno è concesso un credito di imposta per ogni lavoratore assunto, e nei limiti del costo per esso sostenuto, nella misura di euro 700 mensili, in misura proporzionale alle giornate di lavoro prestate, per l’ anno 2013 e nella misura di euro 520 mensili per gli anni a decorrere dal 2014 fino all’adozione di un nuovo decreto ministeriale. Alle imprese che assumono per un periodo non inferiore a 30 giorni, lavoratori semiliberi provenienti dalla detenzione o internati semiliberi è concesso un credito di imposta per ogni lavoratore assunto, e nei limiti del costo per esso sostenuto, nella misura di euro 350 mensili, in misura proporzionale alle giornate di lavoro prestate, a decorrere dal 1° gennaio 2013. Dal 1° gennaio 2014 e fino all’adozione di un nuovo decreto ministeriale, il credito di imposta è concesso nella misura di euro 300.
Per i tutti lavoratori suindicati, assunti con contratto di lavoro a tempo parziale, il credito d’imposta spetta in misura proporzionale alle ore prestate. Il credito d’imposta spetta per i medesimi importi previsti per ciascuna tipologia di assunzioni alle imprese che:
a) svolgono attività di formazione nei confronti di detenuti o internati, anche ammessi al lavoro all’esterno o di detenuti o internati ammessi alla semilibertà, a condizione che detta attività comporti, al termine del periodo di formazione, l’immediata assunzione dei detenuti o internati formati per un periodo minimo corrispondente al triplo del periodo di formazione, per il quale hanno fruito del beneficio;
b) svolgono attività di formazione mirata a fornire professionalità ai detenuti o agli internati da impiegare in attività lavorative gestite in proprio dall’Amministrazione penitenziaria.

 

novità ANNO 2013 
Scarica la Guida Incentivi al Lavoro quarta edizione anno 2013 in formato Mobi per i Kindle oppure in formato EPUB per Kobo, Sony e per i lettori utilizzati da Tablet e Smartphone.
Scarica la Guida Incentivi al Lavoro quarta edizione anno 2013 (formato pdf 658 KB) oppure i singoli capitoli di tuo interesse:

  1. Presentazione
  2. Cenni sulla riforma del collocamento
  3. Comunicazione dell'instaurazione dei rapporti di lavoro
  4. Principi generali per la spettanza di tutti i benefici contributivi
  5. Ulteriori condizioni per la fruizione di alcuni tipi di benefici
  6. Benefici per assunzioni agevolate non più in vigore nel 2013
  7. Lavoratori disoccupati da almeno 24 mesi
  8. Lavoratori in cassa integrazione straordinaria
  9. Lavoratori in mobilità
  10. Lavoratori disoccupati nel settore edile assunti con contratto di reinserimento
  11. Apprendistato
  12. Lavoratori svantaggiati nelle cooperative sociali
  13. Lavoratori detenuti e internati
  14. Contratto a termine per sostituzione di lavoratori in congedo di maternità e parentale
  15. Lavoratori disoccupati da più di dodici mesi ultra cinquantenni
  16. Assunzioni di donne
  17. Giovani 18-29 anni
  18. Agevolazioni per le assunzioni di lavoratori in ASPI
  19. Ricerca scientifica
  20. Rientro di ricercatori e docenti
  21. Rientro dei c.d. "Cervelli"
  22. Assunzione di personale altamente qualificato
  23. Lavoratori del settore agricolo
  24. Lavoratori disabili
  25. Tirocini e stages
  26. Settore Autotrasporto
  27. Settore Edilizia 
  28. Istruzioni e creazione d'Impresa
  29. Regime fiscale di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità (D.L. n.98/2011)
  30. Regime contabile agevolato (D.L. n.98/2011)
  31. Regime fiscale agevolato per le nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo
  32. Sedi e Indirizzi

Errata corrige: nel capitolo relativo ai "Principi generali per la spettanza di tutti i benefici contributivi" a pagina 10 l'articolo di legge di riferimento è l'art.15 L.264/1949


Le informazioni presenti nel sito hanno carattere unicamente informativo, pertanto si declina ogni responsabilità per qualsiasi problema causato dal servizio.

Ultimo aggiornamento: 28/05/2015