AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino, pertanto non saranno più garantiti gli aggiornamenti dei vari canali di questo sito.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi da parte dell'Ente, sono raggiungibili dal portale della Città Metropolitana di Torino, attraverso il quale è possibile collegarsi anche con le pagine ancora in fase di completamento.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Lavoro

Il rapporto di lavoro

Ti trovi in: svolgimento del rapporto di lavoro > avvio del rapporto: cos'è

AVVIO DEL RAPPORTO DI LAVORO: COS'È

CHE COS’È

È  un accordo tra il datore di lavoro e lavoratore subordinato definito comunemente contratto di lavoro. Attraverso il contratto il lavoratore offre la sua prestazione lavorativa in cambio della retribuzione. È lavoratore subordinato colui che si obbliga mediante retribuzione a collaborare nell'impresa, prestando il proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la direzione dell'imprenditore (art. 2094 cod. civ.).

Gli elementi essenziali del contratto sono: accordo tra le parti, causa (scambio tra lavoro e retribuzione), oggetto, forma scritta nei casi prescritti dalla legge a pena di nullità: contratto a tempo determinato, part-time, formazione e lavoro, inserimento, periodo di prova.

La giurisprudenza ha definito i criteri per l'identificazione del rapporto di lavoro subordinato che il giudice del lavoro applica a prescindere dalla denominazione del contratto:

  • inserzione nell'organizzazione predisposta dal datore di lavoro 
  • sottoposizione alle direttive tecniche e al potere disciplinare del datore di lavoro
  • vincolo dell'orario di lavoro

Dal 1° settembre 2007 il lavoratore deve aver compiuto 16 anni di età (età minimima di ammissione al lavoro) e aver adempiuto all'assolvimento dell'obbligo scolastico. Il Ministero del Lavoro con nota del 20 luglio 2007 ha chiarito che l'innalzamento dell'età lavorativa da 15 a 16 anni previsto dalla Legge Finanziaria 2007 decorrerà dal 1° settembre 2007. L'obbligo di istruzione si innalza pertanto a 10 anni.

Solo nel caso di contratto di Apprendistato per la qualifica e per il diploma professionalizzante l'età dei lavoratori è abbassata a 15 anni compiuti anche per l'assolvimento dell'obbligo di istruzione.
 

Il contratto individuale di lavoro deve seguire quanto stabilito per legge o contratti collettivi pena l'invalidità dello stesso; le clausole individuali possono essere solo migliorative.

Per approfondire vai su COME FUNZIONA


Le informazioni presenti nel sito hanno carattere unicamente informativo, pertanto si declina ogni responsabilità per qualsiasi problema causato dal servizio.

Ultimo aggiornamento: 09/12/2013