AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino, pertanto non saranno più garantiti gli aggiornamenti dei vari canali di questo sito.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi da parte dell'Ente, sono raggiungibili dal portale della Città Metropolitana di Torino, attraverso il quale è possibile collegarsi anche con le pagine ancora in fase di completamento.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Ufficio Relazioni con il Pubblico

Accesso agli atti

Sei in: Home > URP > Accesso agli atti

ATTENZIONE!!!
QUESTA SEZIONE NON E' AGGIORNATA

COLLEGARSI ALLA SEZIONE AGGIORNATA DI
URP - ACCESSO AGLI ATTI DELLA CITTA' METROPOLITANA

ACCESSO AGLI ATTI

documenti

 

L'accesso agli atti è un diritto che permette di visionare o avere copia di documenti amministrativi. Il diritto di accesso è esercitabile da chiunque abbia un interesse diretto, concreto e attuale in riferimento agli atti richiesti. L'Ufficio Relazioni con il Pubblico garantisce l'esercizio del diritto di accesso, e favorisce la conoscenza delle relative leggi e norme.

In questa sezione sono disponibili informazioni, modulistica e riferimenti normativi per visionare o avere copia dei documenti creati o detenuti dalla Città metropolitana di Torino.
Il nostro Ufficio è disponibile per qualsiasi chiarimento e approfondimento (Numero verde gratuito 800 300 360 - email: urp@provincia.torino.it).

Per alcuni documenti non è necessario presentare la domanda di accesso agli atti, perchè vengono pubblicati nell’Albo Pretorio on-line e sono disponibili per chiunque: si tratta degli atti che per legge devono essere pubblicati e resi noti ai cittadini (Deliberazioni del Consiglio e della Giunta, Decreti del Presidente, Determinazioni dirigenziali).

 
La domanda di accesso agli atti

Per visionare o avere copia di un documento creato o detenuto dalla Città metropolitana di Torino è necessario presentare una domanda di accesso agli atti e allegare un documento d'identità. Se la domanda viene presentata per conto di un'altra persona (fisica o giuridica), bisogna allegare la delega scritta e un documento d’identità del delegante.

 
Come presentare la domanda

  • on-line, usando il modulo e inviando via mail, fax o posta i documenti integrativi (ad esempio, il documento d'identità)
  • posta elettronica ordinaria all'indirizzo urp@provincia.torino.it utilizzando come riferimento il modello di domanda di accesso agli atti in PDF disponibile sul sito, e allegando i documenti integrativi
  • posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo urp@cert.provincia.torino.it utilizzando come riferimento il modello di domanda di accesso agli atti in PDF disponibile sul sito, e allegando i documenti integrativi. Attenzione: la trasmissione mediante PEC deve avvenire necessariamente da una casella PEC. Per ulteriori informazioni su questa modalità di trasmissione vi invitiamo a consultare la pagina dedicata alla Posta Elettronica Certificata
  • fax al n. 011 861 4237 utilizzando come riferimento il modello di domanda di accesso agli atti in PDF disponibile sul sito, e allegando i documenti integrativi
  • posta ordinaria all'indirizzo Città metropolitana di Torino - Ufficio Relazioni con il Pubblico - Via Maria Vittoria 12 - 10123 Torino, utilizzando come riferimento il modello di domanda di accesso agli atti in PDF disponibile sul sito, e allegando i documenti integrativi
  • di persona, presso gli sportelli dell’URP in Via Maria Vittoria 12 o Corso Inghilterra 7 a Torino, aperti dal lunedì al giovedì 9 -17 e il venerdì 9-13
 
FAQ - domande frequenti

Quanto costa l'accesso agli atti?

  • La presa visione degli atti è gratuita, il rilascio di copia cartacea è legato al rimborso dei costi di riproduzione e ricerca (vedi tabella); il rilascio di copia digitale è gratuito se il supporto viene fornito dal richiedente o se la trasmissione degli atti è telematica.

Quali sono i tempi di risposta?

  • La legge prevede un tempo massimo di 30 giorni per conoscere l'esito della domanda.

Cosa posso fare se non ricevo risposta entro 30 giorni?

  • Trascorsi i 30 giorni, la domanda si intende respinta (il cosiddetto "silenzio-diniego"). In questo caso, è possibile rivolgersi al Difensore Civico, affinché venga riesaminato l’esito della domanda.

Sono il legale rappresentante di un'impresa. Devo allegare la visura camerale?

  • No, non è necessario. Sarà nostra cura verificare la sua posizione con la Camera di Commercio.

Tutti i documenti della Città metropolitana di Torino sono accessibili?

  • No, perchè sono previsti alcuni casi di esclusione, limitazione o differimento (art. 11 del Regolamento provinciale).

La domanda di accesso agli atti può essere presentata anche ad altri Servizi dell'Ente o solo all'URP?

  • La domanda di accesso può essere presentata sia all'URP sia al Servizio che ha creato o che detiene gli atti richiesti. Per conoscere i recapiti di tutti i Servizi dell'Ente, consultare l'organigramma.

E' obbligatorio usare il vostro modulo?

  • No, la domanda può essere presentata anche su carta libera, purchè contenga tutte le informazioni necessarie. Il modulo può essere utile come facsimile

Cosa succede se invio al vostro Ente una domanda di accesso agli atti non di vostra competenza?

  • La domanda verrà inviata all'Ente competente, informando il richiedente.

 

Appalti

  • In materia di appalti per l’affidamento di lavori, servizi e forniture pubblici il Codice dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture (Decreto legislativo 163/2006, articoli 13 e 79), deroga in alcune parti alla normativa generale in materia di accesso agli atti, dettata dalla Legge 241/1990, costituendo una normativa speciale applicabile nel solo settore degli appalti.
    Per eventuali chiarimenti sulla corretta applicazione del Codice dei contratti pubblici in tale materia si può contattare il Servizio Appalti, contratti ed espropriazioni (tel. 011 861 2335 - fax 011 861 2163 - PEC servizio.contratti@cert.provincia.torino.it)
Ambiente

  • Per quanto riguarda l'accesso ai documenti e alle informazioni in materia ambientale ci si attiene alle disposizioni del Decreto Legislativo 195/2005. Per questo tipo di accesso, si può utilizzare il modulo standard messo a disposizione dall'Ente, indicando, al posto delle motivazioni (non necessarie), il riferimento alla normativa in tema ambientale.
     
Riferimenti normativi

Ultimo aggiornamento: 09/06/2015