AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Welcome / Bienvenue


Sei in: Home > Welcome/Bienvenue


mappa

Cartina della provincia
(formato zip 2.892 KB)

Welcome Bienvenue

TORINO E LA SUA PROVINCIA: UN TERRITORIO DA SCOPRIRE

Il nome di Torino evoca immediatamente i fasti di Casa Savoia, l'Unità d'Italia, grandi chiese e palazzi barocchi, prestigiosi musei, l'industria dell'automobile, lo sport. Ma visitare Torino e il suo territorio vuol dire scoprire una magnifica corona di montagne con rinomate stazioni sciistiche, un'ampia porzione del Parco Nazionale del Gran Paradiso, laghi e colline, il Po (tutto da esplorare: in barca, ma anche in bicicletta lungo le sue sponde).

La capitale delle Alpi è una città tutta da scoprire, con le sue strade, le sue piazze, i grandi viali alberati, il Palazzo Reale, il Castello del Valentino, il Museo Egizio e quello del Cinema, i suoi caffè storici, le pasticcerie ed i ristoranti che testimoniano la tradizione gastronomica piemontese. Senza dimenticare la vivacità culturale del capoluogo subalpino, che ne ha fatto una delle capitali europee del cinema e dell'arte contemporanea. I Comuni intorno a Torino sono centri ricchi di storia e testimonianze di un passato glorioso. La Corona delle Residenze Reali di Casa Savoia (Rivoli, Venaria Reale, Moncalieri, Stupinigi, dichiarate dall'Unesco “Patrimonio dell'Umanità”) sta tornando allo splendore dei tempi della Corte dei Re di Sardegna e sarà protagonista al centro delle celebrazioni e delle iniziative per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia, proclamata a Torino nel 1861.

Nelle Valli di Susa, Chisone e Germanasca si può andare invece alla scoperta delle piste da sci olimpiche, dei percorsi per lo sci nordico, di suggestivi itinerari sci-alpinistici e alpinistici, ma soprattutto una fauna ed una flora uniche e a due passi dalla metropoli. Le nostre valli dispongono degli impianti per gli sport invernali più innovativi del mondo, con proposte di soggiorni sportivi che vanno ben oltre il tradizionale sci alpino, proponendo un pizzico di emozione e di avventura con il taxi-bob di Cesana e i salti in sicurezza dai trampolini di Pragelato, tutte eredità dei Giochi Invernali del 2006.

Ma vogliamo che i turisti visitino le nostre vallate anche per scoprire le vestigia di una storia millenaria, che ha lasciato un'impronta indelebile nella cultura, negli usi e nei costumi, nell'architettura sacra e profana: la Sacra di San Michele, i Forti di Fenestrelle e di Exilles, i centri storici di Susa, Pinerolo e Avigliana. La Val Pellice merita una visita, perché vi si è mantenuta e tramandata la tradizione religiosa dei Valdesi, fieri della loro fede e della cultura. A nord di Torino, il “Verde Canavese” e le Valli di Lanzo offrono un circuito di suggestivi castelli medioevali e rinascimentali. Il paesaggio agricolo delle pianure del Canavese, del Carmagnolese e del Chierese rivela il lavoro secolare degli uomini per trasformare e utilizzare il territorio. Al confine con la Valle d'Aosta, il Parco Nazionale del Gran Paradiso è una delle ultime oasi naturalistiche non contaminate.

Ci auguriamo che attraverso il nostro web possiate scoprire con il clik del vostro mouse tutti gli aspetti di questo territorio, la provincia di Torino, compresi quelli sociali ed economici, il tessuto produttivo e, non ultimi, i compiti che il nostro Ente è chiamato a svolgere ogni giorno.

Benvenuti!
Antonio Saitta
Presidente della Provincia di Torino


La Provincia di Torino in numeri:

  • La popolazione si attesta intorno ai 2.300.000 e il territorio si estende su una superficie di 6.830,25 km², pari al 2,26% del territorio nazionale.
  • La Valle di Susa, con il territorio di Bardonecchia, è il lembo più occidentale dell’Italia peninsulare: il suo punto estremo è alla Gran Bagna.
  • La densità demografica è pari a 333 abitanti per Km².
  • La lunghezza delle strade che ricadono sotto la competenza diretta della Provincia di Torino, raggiunge uno sviluppo di 3.095 chilometri.
  • Il monte Ciamarella è la cima più alta del territorio (3.676 m) situata nelle valli di Lanzo.
  • Sono 2959 gli ettari di aree protette, di cui 5 parchi naturali e una riserva speciale.
  • 5 i laghi: Avigliana grande, Avigliana piccolo, Candia, Sirio e Viverone, il più grande della provincia diviso a metà con il territorio della provincia di Biella, con un’estensione di 6 km² e una profondità massima di 70 metri.
  • La nostra Provincia gestisce 162 plessi scolastici e 95 istituti per la Scuola Media Secondaria superiore, nonché due Convitti ed il Conservatorio Musicale.
  • Un’ultima curiosità: nel territorio le autovetture circolanti sono circa 1.500.000, i motoveicoli circa 190.000 e circa 3.300 gli autobus.

Ultimo aggiornamento: 22/12/2011